AMAZON

I miei libri non sono più su Amazon, perché ho venduto i diritti a un editore: la Mondadori.

Lascio lo stesso il mio vecchio post, perché su Amazon sono stata a lungo in classifica, e ho venduto tantissime copie.

Continuo a essere contraria ai concorsi letterari – veri o finti – dove gli scrittori si scannano tra loro, e continuo a credere che la libertà di pubblicare quello che ti pare sia uno dei diritti “moderni”, acquisiti grazie al web. Sono rimasta una self-publisher, nel cuore.

******************************************

Su Amazon, io moscerino autopubblicato, posso competere con Dan Brown (che non ho mai letto), perché gli anglosassoni non tengono gli esordienti nei recinti dei concorsi letterari da oratorio, in cui vince la poesia più bella sulla mamma, ma ti permettono di lanciarti sulla pista anche il tuo nome è NESSUNO.

Insomma, puoi pubblicare le tue schifezze sui loro bookstore senza che ti vengano confiscati i diritti d’autore, come succede se vuoi partecipare a uno dei concorsi nostrani per esordienti.

E il Customer Service dei grandi player del web americano ti risponde anche di sabato mattina.

Poi, negli Stati Uniti, succedono anche un sacco di cose poco gradevoli legate al fatto che le uniche industrie non delocalizzate sono quelle degli armamenti e delle telecomunicazioni.

Ma UNA POSSIBILITÀ‘ gli ammeriggani la danno a tutti.

Senza guardare il tuo pedigree.

Senza chiedere chi sono i tuoi amici.

Un salto antropologico rispetto all’Italia, il paese degli aranci e delle tasse al ceto medio.

4 thoughts on “AMAZON

  1. KN ha detto:

    Scusa perché “il paese degli aranci…”? Sulle tasse al ceto medio ci sto dentro (in tutti i sensi…) ma perché hai scelto gli aranci e non, che so, la mozzarella o di pinocchio o dei no-tav?

    • Viola Veloce ha detto:

      Avevo scritto “paese degli aranci” perchè mi ricordavo una poesia di Goethe dove parlava di aranci e limoni italiani.
      L’ho cercata sul web, e guarda cos’ho trovato (sempre di Goethe):

      “L’Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
      ancora truffe al forestiero, si presenti
      come vuole.
      Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
      c’è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
      ognuno pensa per sé, è vano, dell’altro diffida,
      e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé.
      Bello è il paese! Ma Faustina, ahimè, più non ritrovo.
      Non è più questa l’Italia che lasciai con dolore.”

      HAI VISTO CHE COSA SCRIVEVA?

  2. KN ha detto:

    Ciao Viola, mazza che citazione alquanto ricercata, e poi detta così, come se si parlasse della ricetta per fare la pastina in brodo (quella col dado, si intende)!!!
    …ho visto cosa scriveva… brividi e sgomento…

    Devi scusarmi se non sono e non sarò tanto assidua (come invece mi piacerebbe) ma… tengo famiglia e di quelle che ti risucchiano (con piacere), poi nelle pause-famiglia provo anche a lavorare…

    N.B.: i … – tre puntini – sono una mia costante, l’avrai notato, e leggesi “a tante altre ne vorrei dire…” … e succederà, prima o poi…

    Intanto grazie per i bell-ironic-intelligent-stravagant post… che mi hanno fatto piangere dal ridere!
    a presto, KN

  3. Gentile Viola,
    grazie per questo bell’articolo così incoraggiante, tanto che mi sono convinta anch’io a tentare l’autopubblicazione su Amazon. Non arriverò mai ai tuoi livelli di sicuro, dubito fortemente di ritrovarmi vicina a nomi quali Brown e affini, ma almeno posso dire d’averci provato e se poi riuscirò anche a cimentarmi nella traduzione del mio breve racconto, tenterò anch’io di portarlo oltre la Manica!
    Grazie ancora e auguri per la nuova avventura cartacea, non mancherò di cercarti in libreria!
    Deanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: